Ghost of Tsushima – Un’avventura nel Giappone Feudale

Ghost of Tsushima

Ghost of Tsushima


Fin dal suo primo annuncio alla Paris Games Week del 2017, le aspettative sono state alte per l’imminente epico Ghost of Tsushima. All’E3 di questa settimana il trailer di gameplay esteso non ha certo deluso le aspettative. Sony ha ammaliato il pubblico con un meraviglioso gioco cinematografico open world, ambientato nell’artistico Giappone feudale.

 

Cos’è Ghost of Tsushima?

 

Il nuovissimo gioco, di cui vi avevamo già parlato in questo articolo, è firmato Sucker Punch, uno studio che molti giocatori Playstation riconosceranno dalla serie InFamous. In confronto al grintoso giovane divenuto un “supereroe” in una moderna Seattle tra grattacieli e grigio asfalto, tuttavia, la loro ultima avventura si discosta completamente arrivando in una poetica e artistica isola del Giappone feudale, Tsushima.
Interpreteremo Jin Sakai, uno degli ultimi sopravvissuti di un nobile clan dei samurai. Egli combatterà contro l’invasione dell’impero mongolo che, a Tsushima nel 1274, massacra i suoi leggendari difensori. Per combattere i suoi nemici, Jin deve affinare nuove micidiali tecniche di combattimento e, grazie ai mongoli non inclini alle regole samurai, potrà condurre una guerra non convenzionale per il popolo del Giappone portandolo a mettere in discussione tutto ciò che gli è stato insegnato.

Ghost of Tsushima

Ghost of Tsushima

UN PAESAGGIO MOZZAFIATO

 

Nel trailer ciò che salta subito all’occhio è la vista sbalorditiva di una prateria spazzata dal vento. Una panoramica buia e tempestosa e le foglie rosse distintive del Kouyou giapponese dove si trova il tempio.
Questa prospettiva nei primi minuti del trailer del gameplay mostra quanto impressionante possa essere l’aspetto open world del gioco. Quando Jin convoca il suo cavallo ciò che colpisce immediatamente è l’assenza di una mappa: solo indizi visivi e navigazione naturale. Questo gioco chiaramente non ha intenzione di tenere il giocatore per mano, offrendo un’esperienza piacevolmente pulita.

Ghost of Tsushima

Ghost of Tsushima – Jin

UN ASSAGGIO DI COMBATTIMENTO


Il combattimento può essere impostato in vari modi. Nel primo esempio il nostro protagonista affronta tre nemici dall’aspetto normale, pugnalando, tagliando e parando con una sola katana con un approccio stealth.
Nei movimenti di Jin infatti è disponibile un rapido abbattimento furtivo insieme alla capacità di intrufolarsi di nascosto nell’ambiente. Da qui un accenno di aiuto per il giocatore: i nemici si illuminano con un contorno bianco che rivela a chi miri per un rapido assassinio (come in Assassin’s Creed) .
E‘ possibile impostare un attacco in sequenza che consente una serie di colpi letali. Più avanti vengono quindi introdotti nuovi nemici armati con uno scudo e una lancia, incentrando la lotta sulla schivata, il blocco e l’attacco.

Ghost of Tsushima - Jin

Ghost of Tsushima

Infine, viene mostrata una terza forma di combattimento: un’impostazione duello uno contro uno. La telecamera offre una prospettiva quasi cinematografica per un combattimento con la spada.

Ghost of Tsushima

Ghost of Tsushima

Questo è tutto ciò che sappiamo per adesso di Ghost of Tsushima, non abbiamo ancora una data di uscita. In attesa di nuove informazioni, per chi non avesse seguito la conferenza, ecco il trailer di Ghost of Tsushima.

 

TRAILER E3 2018 GHOST OF TSUSHIMA

 

Daniela

Videogiocatrice accanita fin dagli anni '8o, appassionata di videogiochi d'azione, d'avventura e stealth ma alla fine provo tutto ciò che mi capita a tiro. Gioco su qualsiasi piattaforma, Playstation, Xbox, Pc e odio le console war,non ci provate che non attacca! Amante sfegatata di Tomb Raider, Assassin's Creed e Prince of Persia ma nel mio cuore c'è abbastanza posto per Hitman, The Last of Us, God Of War,Resident Evil, Dishonored, Crash , Metal Gear Solid ...... troppi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *