Recensione – Mafia III

Data di uscita: 7 ottobre 2016
Sviluppato da: Hangar 13
Disponibile per: Xbox One – PlayStation 4 – PC – Andoid – Mac
Genere: Azione / Avventura / Open World

Mafia III

GIOCATO SU: PlayStation 4

 

Dopo solo un anno dalla presentazione alla Gamescom 2015 il nuovissimo team Hangar 13, messo in piedi da 2k, non esita a lanciare il terzo capitolo di una serie ormai completamente rinnovata, che fa il suo ingresso nel mondo degli open world soffrendo costantemente del paragone con il colosso di Rockstar: GTA.

Nonostante questi pregiudizi e qualche problemuccio a livello di gameplay e grafico, il gioco si è dimostrato appassionante, con una trama meravigliosa e matura, i personaggi perfettamente caratterizzati e in linea con lo stile di quel periodo, accompagnati da una sceneggiatura perfetta in stile Hollywood e da scelte musicali che incorniciano perfettamente il rock degli anni ’60, con artisti del calibro di Elvis Presley, AC/DC, Jimi Hendrix e Rolling Stones che nel prologo faranno drizzare i capelli a tutti con la loro Paint it Black (le mie orecchie ringraziano!).

Mafia III

Mafia III

LA STORIA 

Il capitolo è ambientato nell’America del 1968, in un periodo profondamente segnato dalla guerra del Vietnam, percorsa da radicali cambiamenti sociali ma ancora schiava della profonda spaccatura provocata dalla divisione tra bianchi e neri, cicatrice indelebile raccontata egregiamente senza riserve dagli sviluppatori.

Il protagonista, Lincoln Clay, orfano afro-americano abbandonato in tenera età da sua madre e in balia di una vita vissuta tra la malavita di colore e una nuova famiglia che lo ha accolto, (Sammy ed Ellis, padre e fratello adottivi), fa ritorno nella sua città natale, New Bordeaux (controparte di New Orleans, enorme e realisticamente rappresentata), maturato e segnato dalla cruda realtà che solo la guerra può scalfire nell’animo umano e desideroso di cambiare vita e di abbandonare il passato criminale nella mafia nera del sud. Ma qualcosa va storto e si ritrova ad affrontare dei problemi con il capo mafia italiano Salvatore Marcano, problemi che coinvolgeranno l’intera famiglia. In un attimo, per mano di quest’ultimo, proiettili e fuoco marchieranno per sempre la sua esistenza.

Mafia III

IL GIOCO IN BREVE

L’obiettivo è spodestare Marcano colpendolo dai suoi sottoposti. Inizieremo reclutando tre generali, che saranno fondamentali per la riuscita dell’impresa. Bisognerà stringere forti alleanze e aumentare di volta in volta la loro fiducia, attraverso le numerose, ripetitive (purtroppo) e brevissime missioni secondarie. Esse avranno lo scopo di liberare un pezzo alla volta il territorio ed espandere il potere,  assegnandolo tra i tre generali (i quali, di volta in volta, ci forniranno una serie di favori che ci aiuteranno costantemente) e si incentreranno su interrogatori di informatori, uccisioni di capi banda, distruzione di materiali come droga o filmati hard. Lo scopo finale sarà di stanare il capo di ogni racket. Da qui potremo decidere se reclutarlo o ammazzarlo.

Fortunatamente le missioni principali saranno intersecate perfettamente con le secondarie, spezzeranno la noiosa ripetitività con l’eccellente parte narrativa che verrà raccontata attraverso testimonianze, documentari e flashback di sopravvissuti e testimoni.

La mappa di New Bordeaux è vastissima, completamente esplorabile e ricca di monumenti, parchi, piazze, negozi, garage, capannoni, case e bar, in cui potremo entrare e interagire con cassette di sicurezza, medikit, collezionabili (che vanno da riviste Playboy e HotRod a dischi in vinile e manifesti comunusti), anche se spesso troveremo la maggior parte degli ambienti interni, negozi per la maggiore, ripetuti in diverse zone. Ma alla fine non è un grosso problema, perché c’è abbastanza varietà negli edifici esternamente, il tutto è magnificamente amalgamato con splendidi scorci del paesaggio.

Ci saranno tantissime altre attività proseguendo nella storia, potremo sbloccare dei veicoli grazie alle gare che si terranno in diversi punti della città e tutta la storia è stata ampliata e arricchita dai contenuti aggiuntivi, che sveleranno dei nuovi personaggi e nuove missioni e interessanti sviluppi nella vita di Lincoln. Secondo me sono da non perdere.

Mafia III  –  Screen DLC Faccende in sospeso

In conclusione? Io ho amato questo gioco e i personaggi, nonostante qualche problemuccio tecnico ho trovato la storia di grandissimo spessore e ne sono semplicemente rimasta affascinata; ho acquistato la Deluxe Edition completa di tutti i DLC per Playstation 4.

Mafia III – Terme

Piccolo consiglio per i completisti: avendo platinato e completato al 100%  posso dirvi che è necessario ripetere almeno due volte il gioco in quanto ci sono trofei/obiettivi che non possono essere presi in una sola run e altri missabili.  Il gioco verrà plasmato a seconda delle scelte che faremo, di conseguenza ci saranno diversi finali, perciò mettetevi comodi perché sarà lunga!

Cosa state aspettando? Giocatelo, ne vale veramente la pena!

 

Daniela

Videogiocatrice accanita fin dagli anni '8o, appassionata di videogiochi d'azione, d'avventura e stealth ma alla fine provo tutto ciò che mi capita a tiro. Gioco su qualsiasi piattaforma, Playstation, Xbox, Pc e odio le console war,non ci provate che non attacca! Amante sfegatata di Tomb Raider, Assassin's Creed e Prince of Persia ma nel mio cuore c'è abbastanza posto per Hitman, The Last of Us, God Of War,Resident Evil, Dishonored, Crash , Metal Gear Solid ...... troppi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *