Recensione – Murdered: Soul Suspect

Data di uscita 3 giugno 2014
Disponibile per: PC, Playstation 3, Playstation 4, Xbox 360, Xbox One
Sviluppato da: Airtight Games
Tipo di gioco: Avventura / Azione / Mistery / Crimine / Horror
Murdered: Soul Suspect

Murdered: Soul Suspect

GIOCATO SU: Xbox 360

 

Per tutti gli amanti dei gialli e non, Murdered riuscirà a catturarvi con la sua trama da film thriller e quel climax di suspense che vi farà rimanere incollati alla vostra console.
Io personalmente mi sono divertita molto a giocare, con la sua storia avvincente e una buona grafica.
Unica pecca: il tempo di gioco. Ho finito tutto nel giro di 8/10 ore. Peccato…
Comunque si tratta di un gioco poco impegnativo, con cui giocarci quando vuoi rilassarti e goderti del tempo a svelare il mistero.

TRAMA IN BREVE (100% PRIVO DI SPOILER)

La storia è ambientata a Salem: cittadina che, già nella realtà, è un luogo tipico di eventi paranormali e della caccia alle streghe, set di numerosi film e libri di questo genere. Il protagonista è Ronan O’ Connor, un ex galeotto che, riportato sulla retta via, entra in polizia per riscattarsi. Purtroppo la vita è imprevedibile e Ronan, mentre indaga su un caso di omicidio, viene ucciso e rimane nel limbo tra la vita e la morte.
In questa condizione inizia la sua lotta per trovare il colpevole. Così inizia la sua ricerca tra le strade di Salem, tra ricordi della vita passata e indizi del caso, per poter liberarsi dalla “catena” che lo intrappola nel mondo dei vivi.
La storia è lineare, priva di missioni secondarie. Le uniche, che non possono essere chiamate missioni, sono delle ricerche in cui dobbiamo ritrovare oggetti sparsi per la città o nei vari livelli, inerenti la nostra vita o il luogo in cui ci troviamo, ma solo per sbloccare gli obiettivi/trofei.

Murdered: Soul Suspect - Ronan osserva se stesso, morto.

Murdered: Soul Suspect – Ronan osserva se stesso, morto.

FA PAURA???

Il gioco non si può definire particolarmente pauroso. Tranne qualche livello in cui ci si ritrova in luoghi non proprio amichevoli, per il resto si può stare tranquilli… se non fosse per le “Presenze Demoniache”. In un livello stai camminando tranquillo quando ad un certo punto senti un urlo pazzesco e sai che queste presenze sono lì… e ti stanno aspettando. Queste sono delle entità che appena ti avvicini tenteranno di strapparti l’anima. Nessun timore, potrai sbarazzarti di questi “cosi”rapidamente, sperando che non ti becchino, perché se accade, scappa, e veloce!!!!

Murdered: Soul Suspect - i demoni vi terranno compagnia...

Murdered: Soul Suspect – i demoni vi terranno compagnia…

È UN OPEN WORLD?

Non è propriamente un open world, anche se il personaggio ha la possibilità di spostarsi per tutta la città, però quando passa da una zona all’altra c’è il caricamento. Diciamo che è un semi-open world.
Vi avviso che non sarà facile spostarsi per la città, perchè purtroppo il gioco è privo di mappa.

Murdered: Soul Suspect - Esplorando Salem

Murdered: Soul Suspect – Esplorando Salem

Per quanto possa spiegare, niente sarà mai più esplicativo del giocare. Murdered è uno di quei giochi in cui ti immedesimi così tanto nel personaggio, che ti rimarrà nel cuore.

Vi conquisterà! E ora tocca a voi scoprire chi è l’assassino!

 

Francesca Nocco

Giocatrice solitaria, a cui piace immedesimarsi nel personaggio. Giocare ai videogame è occasione per rilassarsi e uscire fuori da mondo. Le piace provare tutti i tipi di giochi e su tutte le console (mai lasciarsi intimorire da una cattiva recensione), tutto deve essere provato!!!! Non esistono brutti videogiochi, ma solo videogiochi diversi!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *