Recensione – The Evil Within

Data di uscita14 ottobre 2014
Disponibile per:Microsoft Windows, PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360, Xbox One
Sviluppato da:Tango Gameworks
Tipo di gioco:Avventura / Survival / Horror / Azione
Giocato su:Xbox 360

Horror e azione si intrecciano in The Evil Within, videogioco mozzafiato dove la paura e gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo. Sviluppato da Tango Gameworks, vi farà affondare le mani nel vostro joypad e non vi deluderà.

Il protagonista è Sebastian Castellanos, detective di polizia affiancato dai colleghi Julie Kidman e Joseph Oda. Vengono chiamati per un macabro omicidio di massa al Beacon Mental Hospital, e da lì inizia l’avventura di Sebastian, per scappare dal suo passato e da una mente deviata che gioca con lui.

The Evil Within - Ruvik

Il gioco si sviluppa in quindici capitoli. Non c’è un unico luogo e non ci sono una moltitudine di luoghi. Tu continui a procedere nel gioco, ma non sai dove devi andare, non sai da dove vieni.
Tutte le regole vengono ribaltate. La percezione della realtà non sarà più la stessa.

The Evil Within - Il protagonista Sebastian Castellanos

Dovunque vi trovate, oppure pensate di trovarvi, e sentirete “Claire de la Lune” di Debussy, vi ritroverete in ospedale dove la cara infermiera Tatiana vi accoglierà. Qui potrete salvare e implementare le vostre armi e il vostro beneamato Sebastian.
Il “chiaro di luna” vi salverà?

Lo ammetto, non sono un’appassionata del genere horror, ma la mia volontà di andare avanti era più forte. Il voler trovare le risposte a tutte le domande che questo gioco mi ha fatto sorgere, ha messo da parte la mia paura e mi ha fatto apprezzare questo gioco secondo dopo secondo, mostro dopo mostro. The Evil Within mi ha sedotto e attratto a lui, con la forte suspense che taglia il momento.

Non voglio dirvi altro, perché The Evil Within è da scoprire e da provare. Questo gioco psicologico vi stravolgerà la mente.

Siete pronti ad entrare dentro le vostre paure?

Francesca Nocco

Giocatrice solitaria, a cui piace immedesimarsi nel personaggio. Giocare ai videogame è occasione per rilassarsi e uscire fuori da mondo. Le piace provare tutti i tipi di giochi e su tutte le console (mai lasciarsi intimorire da una cattiva recensione), tutto deve essere provato!!!! Non esistono brutti videogiochi, ma solo videogiochi diversi!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *